Home  |  Contattaci  |  Su di noi  |  Blog  |  Collegamenti utili   


ECOLOGIA E NATURA



La Riserva naturale di Ajlun

 



Percorso naturale presso la Riserva di Ajlun. La Riserva naturale di Ajlun si trova sull'omonimo altopiano, a nord di Amman: il territorio, collinare e di natura mediterranea, è dominato da grandi foreste di querce e alberi di pistacchio. La riserva è stata istituita nel 1988, contemporaneamente a un programma di ripopolamento in cattività del capriolo. La riserva si trova nella regione di Eshtafeena: la Royal Society for the Conservation of Nature ha istituito due percorsi escursionistici e un'area dedicata espressamente ai campeggiatori. I boschi di Ajlun sono costituiti in larga misura da querce, alternate ad alberi di pistacchio, pini, carrubi e corbezzoli: questi alberi hanno sempre rivestito grande importanza per le popolazioni locali come fonti di legname e in virtù della loro bellezza nonché, molto spesso, delle loro doti medicinali e alimentari.




Area protetta di Aqaba
 


 

Il Golfo di Aqaba è famoso per la sua ricca vita marina. Costituisce il braccio nord-orientale del Mar Rosso ed è lungo 180 chilometri e largo 25; la linea costiera tocca Egitto, Arabia Saudita, Israele e Giordania.

Il Golfo di Aqaba presenta l'ecosistema corallino più settentrionale del mondo. Una temperatura media dell'acqua pari a 23 °C, l'assenza di maltempo e le miti correnti d'acqua hanno creato l'ambiente adatto per la crescita dei coralli. I livelli favorevoli di salinità costituiscono un ambiente perfetto per le miriadi di altre forme di vita presenti. Come risultato, esso ospita 110 specie di coralli morbidi e 120 specie di coralli duri. Le barriere che circondano il Golfo ospitano più di 1.000 specie di pesci, coralli, crostacei e mammiferi. Crostacei quali granchi, gamberi e aragoste vanno in cerca di cibo nelle buie ore della notte. Tra i visitatori stagionali del Golfo di Aqaba ricordiamo le testuggini, i delfini, i trichechi e gli innocui squali-balena.

Aqaba è l'unica città costiera della Giordania. Questa splendida città, circondata da meravigliose montagne e dalle acque blu del Mar Rosso, si estende per oltre 27 chilometri lungo la costa del Golfo di Aqaba. La città, ben organizzata, è in fase di ininterrotto sviluppo ed è stata designata Zona economica speciale, con una legislazione atta a proteggere e migliorarne lo stato ambientale, il turismo e le attività economiche e sociali.




Azraq
 



Azraq è un'oasi paludosa unica nel suo genere, una delle numerose straordinarie riserve naturali gestite dalla RSCN, situata nel cuore del deserto orientale semiarido della Giordania. Le sue molte attrazioni comprendono specchi d'acqua naturali e bacini di antica costruzione, una palude inondata stagionalmente e una vasta piana fangosa nota come Qa'a Al-Azraq. Una grande varietà di uccelli soggiorna ogni anno nella Riserva per riposare lunghe le estenuanti rotte migratorie verso l'Asia e l'Africa. Alcuni si fermano per tutto l'inverno oppure scelgono di riprodursi nelle aree protette della palude.




La Riserva Biosfera di Mujib


 

La Riserva Biosfera di Mujib è il parco naturale situato nel punto più basso del mondo, con uno spettacolare scenario che affaccia sulla sponda orientale del Mar Morto. La riserva si trova nella profonda gola del Wadi Mujib, che si immette nel Mar Morto a 410 metri sotto il livello del mare. La riserva si estende fino alle montagne di Karak a nord e Madaba a sud, raggiungendo in alcuni zone i 900 metri di altitudine sul livello del mare. Grazie a questo dislivello di 1.300 metri, abbinato a un costante flusso d'acqua assicurato da sette affluenti, il Wadi Mujib presenta una spettacolare biodiversità ancora tutta da esplorare e documentare: sono state registrate oltre 300 specie di piante, 10 specie di carnivori e numerose specie di uccelli stanziali e migratori. Alcune delle montagne e delle valli più remote sono difficili da raggiungere e rappresentano un rifugio sicuro per rare specie di felini, capre e altri animali di montagna. I pendii di arenaria del Mujib rappresentano l'habitat ideale per uno degli animali di montagna più belli del mondo, lo stambecco cornuto.
 

La Riserva di Shawmari
 



La Riserva di Shawmari è stata istituita nel 1975 dall'RSCN come centro di riproduzione per le specie in pericolo di estinzione o già estinte in Giordania. Oggi, grazie ai programmi gestiti in collaborazione con alcuni tra i più importanti zoo e parchi naturali del mondo, questa piccola riserva di 22 chilometri quadrati ospita uno straordinario ambiente protetto per alcune delle specie più rare di tutto il Medio Oriente. Orici, struzzi, gazzelle e onagri, animali raffigurati in numerosi mosaici bizantini del VI secolo, si stanno moltiplicando e riaffermando la propria presenza in questo paradiso, dove vivono al riparo dai cacciatori e dal degrado ecologico che una volta minacciava la loro sopravvivenza.




Area protetta del Wadi Rum
 



Il paesaggio lunare del Wadi Rum è unico al mondo. Il deserto del Rum è caratterizzato da massicci montuosi che assumono tonalità rosso, giallo e arancione, le cui sfumature si riflettono sulle dune sabbiose del deserto e sull'orizzonte di questo panorama mozzafiato.

È un luogo dove ci si sente tutt'uno con la natura di fronte alla maestosità delle montagne, sopraffatti dalla serenità e dalla quieta atmosfera di questo luogo spettacolare.

L'eco-sistema del Wadi Rum presenta numerose specie di rare piante endemiche. In primavera sbocciano centinaia di specie di fiori selvatici. In quest'area sono state catalogate circa 120 specie di uccelli, tra cui il grifone, il corvo coda a ventaglio, l'aquila di Bonelli e l'allocco di Hume. Alcune ricerche hanno evidenziato anche la presenza del lupo grigio, della volpe di Blandford, del gatto del deserto e dello stambecco.

Un'attività che continua ad attirare gli amanti del brivido nel Wadi Rum è rappresentata dall'alpinismo, che comprende semplici escursioni e scalate più difficili su pareti di granito e pendii in arenaria che superano i 900 metri.







LA RISERVA BIOSFERA DI DANA

La Riserva Biosfera di Dana è la più grande riserva naturale in Giordania, che copre oltre 300 chilometri quadrati e tutte le quattro diverse zone bio geografiche del Regno Hashemita. Ad est, le alture raggiungono i 1500 metri prima di degradare attraverso i canyon e gole verso la Wadi Araba. Dana è una delle zone biologicamente e storicamente più ricche della Giordania ed anche una delle zone più antiche da sempre abitate nel mondo e conserva villaggi neolitici, antiche miniere di rame, acquedotti romani e chiese bizantine. I diversi tipi di paesaggi, tra fauna e cultura, offrono un micro paradiso per gli amanti dell’avventura, gli appassionati di storia, gli archeologi, gli escursionisti e per chi apprezza la natura. 



 

Dalla sommità del villaggio di Dana, Dalla sommità del villaggio di Dana, i visitatori possono godere di bellissime viste panoramiche e scorgere anche lo stambecco nubiano. Un'altra opzione per alloggiare a

Dana è il Campeggio Rummana situato in una posizione di eccezionale bellezza all'interno della riserva. Dall'altra parte di Dana, dove le montagne incontrano il deserto, si può risiedere al lume di candela presso il Feynan Ecolodge, fornito di energia solare e pluripremiato per il servizio. 


 



La Foresta naturale di Dibeen



E' la più recente tra le riserve naturali riconosciute in Giordania, Dibeen è stata fondata nel 2004. Situata a nord di Amman offre un meraviglioso panorama, passeggiate nella natura, e un lodge per pernottare, Dibeen vanta un'eccezionale varietà di alberi di varie dimensioni ed età.