Home  |  Contattaci  |  Su di noi  |  Blog  |  Collegamenti utili   



Storia e cultura

La storia di Amman ha inizio novemila anni fa, nell'Età della Pietra. La capitale ospita uno dei maggiori insediamenti del Neolitico (circa 6500 a.C.) scoperti in Medio Oriente. Sulla collina della Cittadella vi sono tombe dell'età del Bronzo Antico (3300-1200 a.C.).

Fin dall'inizio dell'età del ferro Amman divenne la capitale degli Ammoniti; la capitale della Giordania compare nella Bibbia col nome di Rabbà degli Ammoniti. Fu qui che re David d'Israele uccise Uriah l'ittita. A quell'epoca la città era circondata da torri fortificate di cui ancora oggi è possibile ammirare i resti ben preservati. Ma non furono sufficienti a respingere gli attacchi di re David. La città capitolò sotto gli Ammoniti e, a parte un breve intermezzo tra il IX e il VIII secolo a.C., la zona fu assoggettata al dominio di Assiri, Babilonesi e Persiani per diversi secoli. Nel IV secolo a.C., la città fu ribattezzata Filadelfia dal nome del governatore tolomeo Filadelfio.



uccessivamente, passò nelle mani dei Seleucidi e dei Nabatei fino al 63 a.C., quando venne assorbita dall'Impero Romano con l'annessione, operata dal generale Pompeo, della Siria e di Filadelfia nella Decapolis League - un'alleanza di dieci città-stato fedeli a Roma. I Romani ricostruirono la città con strade ornate di colonne, bagni pubblici, un teatro e imponenti edifici pubblici. Filadelfia fiorì nella nuova provincia romana d'Arabia grazie alla sua posizione geografica lungo le proficue rotte commerciali che collegavano il Mediterraneo con l'interno fino all'India e alla Cina ma anche con il nord e il sud.




Durante il periodo bizantino, quando il Cristianesimo divenne la religione ufficiale dell'Impero Romano d'Oriente, la città divenne la sede dei vescovi cristiani e furono costruite due chiese. All'inizio del VII secolo, l'Islam era in rapida espansione verso nord dalla Penisola Araba e, verso il 635 d.C., l'intera regione fu convertita. La città riprese l'antico nome semita di Ammon, o Amman, come è conosciuta oggi.

In seguito ai numerosi passaggi di potere nei secoli successivi, la fortuna di Amman iniziò a declinare. Durante le Crociate e sotto il dominio dei Mamelucchi d'Egitto, la sua importanza venne offuscata dall'ascesa di Karak nel sud. Nel 1321 d.C., Amman veniva descritta come "un'antichissima città in rovina da tempi precedenti all'Islam che nasconde meravigliose rovine tra cui scorre il fiume al-Zarqa".”

Sotto l'impero ottomano, Amman rimase in stato di isolamento, mentre As-Salt diventò la città principale della regione. Nel 1806, la città era abitata solo dai beduini.

L'indebolimento dell'autorità ottomana coincise con l'esodo dal Caucaso di moltissimi circassiani e altri musulmani perseguitati. Questi trovarono rifugio e stabilirono un insediamento sulla sponda orientale del Giordano. Anche se, in massima parte, erano agricoltori, tra questi primissimi coloni vi erano anche orefici, argentieri e altri artigiani. In breve tempo, costruirono strade di collegamento tra il loro insediamento e Amman. E il commercio riprese a fiorire.





Ma fu grazie alla costruzione della ferrovia di Hejaz che la città ricominciò veramente a vivere. Collegando Damasco a Medina, nel 1902 Amman divenne uno scalo ferroviario al centro di una rotta commerciale molto frequentata e la popolazione iniziò ad aumentare. Nel 1905, la città era abitata da una popolazione mista di 3.000 persone..

Il 15 maggio 1923, venne fondato l'Emirato di Transgiordania, con Abdullah, hashemita discendente diretto del profeta Maometto (che la pace sia con Lui), come leader indiscusso. Il 22 marzo 1946, la Transgiordania si assicurò la propria indipendenza. Due mesi dopo, Abdullah cambiò il titolo di emiro a quello di re, e la nazione venne ufficialmente ribattezzata Regno hashemita di Giordania con Amman come capitale.
 




CULTURA


 

Nei decenni successivi, la città è cresciuta ed è diventata una metropoli commerciale moderna e vivace con oltre due milioni di abitanti. Alberghi e sistemazioni eccellenti, ottimi ristoranti, caffetterie, centri commerciali, uffici e ville di lusso hanno sostituito le strutture del passato. Tuttavia, è ancora possibile ammirare gran parte della vecchia città.

Oltre agli innumerevoli siti archeologici, Amman offre molti musei, gallerie d'arte e centri culturali, ma anche teatri e cinema.


Commissione cinematografica reale della Giordania

La Commissione cinematografica reale della Giordania è un comitato che mira a contribuire allo sviluppo internazionale del settore della produzione audiovisiva giordana lavorando in particolare sulla "cultura cinematografica" e incoraggiando la popolazione a utilizzare mezzi audiovisivi per esprimere le proprie idee. Inoltre, organizza incontri con i registi e visioni di film sperimentali e indipendenti, stimolando il dialogo e favorendo uno scambio di idee per una proficua educazione alla multimedialità.

Per ulteriori informazioni potete contattare:

P.O.Box 811991
Amman 11181 Jordan
Tel: +962 6 464 22 66
Fax: +962 6 464 2299
E-mail: info@film.jo
Sito Web: www.film.jo